CODICI: monitoreremo Alitalia sul rispetto dei voucher e rimborsi per i voli cancellati dal 3 Giugno

Dopo le richieste pressanti di un cambio di rotta, Alitalia si è dovuta allineare ai diritti dei consumatori. Le segnalazioni presentate dall’associazione CODICI in merito alla vendita dei biglietti per voli operanti dal 3 giugno 2020, data che ha segnato la ripresa degli spostamenti all’interno e all’esterno del territorio nazionale dopo un periodo di stop causa pandemia, poi cancellati con la motivazione del Covid19 hanno portato all’intervento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che oggi fissa i paletti che rendono obbligatori gli impegni annunciati dalla compagnia, chiudendo un procedimento che viene archiviato senza sanzioni.

I passeggeri che non hanno esercitato alcuna opzione in merito alla cancellazione del volo – spiega Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di CODICI – hanno ricevuto una comunicazione in cui si offrono alcune alternative. Tra queste c’è il voucher, su cui bisogna prestare attenzione. Per richiederlo, infatti, c’è tempo fino al prossimo 31 marzo ed ha una validità di 18 mesi dalla data di emissione. L’email con cui Alitalia fornisce le indicazioni sulle opzioni previste dalla normativa è uno degli impegni resi obbligatori dall’Autorità, insieme al potenziamento del servizio Call Center, all’inserimento di una live chat sul sito della compagnia ed all’autorizzazione alle agenzie di viaggio ad erogare i rimborsi autonomamente e direttamente. È vero che la pandemia ha avuto un impatto enorme sui trasporti, ma è altrettanto vero che non sempre i consumatori sono stati tutelati. Abbiamo segnalato situazioni poco chiare o irregolari, ora registriamo l’intervento dell’Autorità ed il cambio di rotta di Alitalia, su cui continueremo a vigilare per verificare che rispetti gli impegni”.

La cancellazione dei voli in questo periodo emergenziale è una delle problematiche su cui CODICI fornisce assistenza ai consumatori. I passeggeri in difficoltà con il rimborso oppure con il voucher possono rivolgersi all’associazione telefonando al numero 06.5571996 oppure scrivendo all’email segreteria.sportello@codici.org.

La delegazione lombarda è reperibile ai numeri 02.36503438 e 351.7979897 o all’indirizzo email codici.lombardia@codici.org.