CODICI Lombardia: truffa investimenti Nidalina e Comelet, raccogliamo segnalazioni per il rimborso

Assistenza alle vittime. È quella che fornirà l’associazione di consumatori CODICI Lombardia, che si è attivata per dare il proprio sostegno a chi è incappato nella maxi truffa delle società Nidalina e Comelet, scoperta dalla Guardia di Finanza nel marzo scorso e che ora registra una novità importante.


"Oltre 2mila persone in tutta Italia – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – sono cadute nella trappola tesa da una rete di truffatori, che hanno applicato il classico schema Ponzi. Parliamo del famoso sistema che induce le vittime a fare investimenti in serie, che fruttano però soltanto ai primi investitori provocando invece solo perdite per gli altri. Anche tramite alcune società e con la promessa di alti rendimenti – prosegue Giacomelli – correntisti di banca sono stati spinti a stipulare contratti di compravendita o affitto, falsi. Una truffa finanziaria in piena regola, per la quale ora il Gip di Monza ha disposto il sequestro preventivo di oltre 25 milioni di euro a carico di 14 indagati. Un passo importante – sottolinea il Segretario Nazionale di CODICI – e naturalmente ci auguriamo che ne seguano altri, affinché le vittime vengano risarcite”.


Le vittime del raggiro scoperto dalla Guardia di Finanza possono rivolgersi a CODICI Lombardia per ricevere assistenza al fine di ottenere il rimborso ed il risarcimento per il danno patito e per le somme eventualmente versate. Le segnalazioni possono essere inviate compilando il form presente al link https://www.codicilombardia.org/segnalazioni.


La delegazione lombarda è disponibile contattando i numeri 02.36503438 e 351.7979897 oppure scrivendo a codici.lombardia@codici.org.