top of page

CODICI Lombardia: Sms e chiamate truffa, come riconoscerle e proteggersi

“BNL Avviso: la sua app BNL risulta essere associata a un nuovo dispositivo. Se non riconosce questa operazione, bloccala tramite il link…”, questo è solo un esempio dei moltissimi sms e delle mail che diversi consumatori hanno ricevuto. Questa volta ad essere presi di mira sono i clienti BNL, ma questi sono solo alcuni delle potenziali vittime di truffa tramite phishing. Non bisogna farsi prendere dal panico e si deve prestare molta attenzione al testo del messaggio per non vedersi sottratte somme dal proprio conto corrente.


Il contenuto degli sms e delle chiamate truffa varia e non sempre segue uno schema fisso – dichiara Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia –. Il cliente viene solitamente contattato da un sedicente operatore della propria banca che, attraverso una tecnica nota come “spoofing”, riesce ad alterare il numero chiamante sostituendolo con quello del proprio istituto di credito; così facendo il consumatore è tratto in inganno e tenderà a fidarsi della persona al telefono. Lo schema d’azione del truffatore, poi, tende a ripetersi: con una scusa il consumatore viene messo in allerta di possibili problemi sul proprio conto, in molti casi gli viene richiesto di modificare le impostazioni di sicurezza previste dalla banca stessa o fornire codici o, ancora peggio, a scaricare un software malevolo tramite un collegamento esterno fornito dai truffatori. Purtroppo, la partecipazione attiva del cliente, chiaramente in stato di agitazione, diventa un elemento fondamentale per bypassare i meccanismi di protezione messi in campo dagli istituti bancari e il rischio di vedersi sottrarre considerevoli somme di denaro aumenta considerevolmente. Per queste ragioni è importante essere informati, non dare mai seguito ad sms o chiamate sospette e soprattutto non cliccare mai su link di dubbia provenienza. Spesso viene modificata una sola lettera nel corpo del messaggio o del link; è quindi bene, in caso di dubbio, ignorare le comunicazioni ricevute ed attivarsi in autonomia contattando il proprio istituto bancario per chiedere chiarimenti”.


L’associazione CODICI Lombardia è disponibile a fornire assistenza a tutti coloro che sono caduti vittime della truffa BNL o di phishing in generale. E’ possibile contattare l’Associazione scrivendo a codici.lombardia@codici.org oppure chiamando il numero 0362-258143.

Comentarios


bottom of page