CODICI: al fianco delle vittime del truffatore seriale di Rozzano, devono essere rimborsate

Associazione CODICI in campo per fornire assistenza legale alle vittime del truffatore seriale arrestato ieri dalla Polizia a Rozzano (Milano). L’uomo, 45 anni, è finito in manette per aver raggirato 50 persone, ma per gli inquirenti le truffe online potrebbero essere centinaia, basti pensare che solo tra il 2017 ed il 2018 gli incassi accertati raggiungerebbero la considerevole cifra di 250mila euro.


Prima di tutto – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di CODICI – vogliamo rivolgere un plauso alla Polizia per la brillante operazione. Abbiamo già attivato i nostri Sportelli per fornire assistenza alle vittime, che hanno il diritto di essere rimborsate. Questo intervento conferma l’importanza di fare attenzione agli annunci di vendita online, sempre più diffusi e più pericolosi. Riceviamo quotidianamente segnalazioni di acquisti non andati a buon fine, perché il venditore, ad esempio, fa perdere le sue tracce una volta incassato il pagamento. In caso di problemi, non dobbiamo farci prendere dal panico, bisogna ricordare che possiamo contare sulle forze dell’ordine e sulle associazioni dei consumatori, pronte a fornire assistenza legale”.

Residente nella provincia di Milano, il 45enne ha piazzato truffe in tutta Italia sfruttando il portale di annunci Subito.it, dove rispondeva agli utenti alla ricerca di pezzi di ricambio per auto e moto.

È sempre bene diffidare dai prezzi scontatissimi – dichiara Davide Zanon, Segretario di CODICI Lombardiae da privati o aziende che non forniscono informazioni chiare sulle condizioni di acquisto, sia per quanto riguarda i pagamenti che il diritto di rimborso e recesso o le modalità di spedizione. Prima di procedere al pagamento assicuriamoci di avere la possibilità di riavere quanto speso se il prodotto ricevuto non è lo stesso di quello scelto o se non ci viene spedito”.


CODICI è pronta a fornire assistenza legale alle vittime delle truffe online attuate dal 45enne arrestato dalla Polizia. È possibile mettersi in contatto con la delegazione Lombardia scrivendo a codici.lombardia@codici.org o chiamando i numeri 02.36503438351.7979897 oppure contattando la sede nazionale dell’associazione scrivendo all’indirizzo email segreteria.sportello@codici.org o telefonando al numero 06.5571996.