CODICI: l’emendamento sulla “non impugnabilità dell’estratto di ruolo” è una violazione dei diritti

Il decreto legge in materia di fisco e lavoro giunto nell’Aula del Senato contiene un emendamento che l’associazione CODICI critica duramente per le conseguenze pesantissime che contiene. Si tratta dell’emendamento sulla “non impugnabilità dell’estratto di ruolo”.

L’emendamento proposto – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di CODICI rappresenta una gravissima violazione dei diritti di difesa del contribuente. Per l’ennesima volta, la politica dà un segnale sbagliato: invece di tutelare il contribuente, spesso vessato con richieste di pagamento di tributi prescritti e quindi non dovuti, si schiera a favore dell’Agenzia delle Entrate e delle agenzie di riscossione credito, togliendo ancora di più le poche armi che ha il contribuente per difendersi. Ci auguriamo che il Parlamento faccia retromarcia su un emendamento che farebbe compiere un passo indietro ad un Paese che ha una forte cultura del diritto”.


L'impugnabilità dell'estratto di ruolo - dichiara Chiara Gabriele, legale di riferimento di CODICI Lombardia - interveniva a tutela del contribuente tutte le volte che gli atti amministrativi, come per esempio le cartelle di pagamento, non venivano correttamente notificate al soggetto. Si poteva quindi far valere l'invalidità della notifica, unico momento in cui il contribuente viene a conoscenza della pretesa impositiva.

Escludere questa possibilità non può che incidere negativamente sul sacrosanto diritto di difesa e comprimere conseguentemente anche l'interesse ad agire, tutelato ex art 100 c.p.c., che sorge in capo al contribuente al momento della conoscenza della sola notizia dell'adozione dell'atto dell'Ente impositore ­ritenuto illegittimo da parte del contribuente.

Se si dovesse modificare tale procedura il contribuente dovrà necessariamente, ai fini della proposizione di un ricorso, attendere l'ufficialità dell'atto a mezzo di notificazione della cartella di pagamento, circostanza non così scontata, attesa la lentezza e la burocrazia della PA; non v'è dubbio quindi che i rischi incideranno irreversibilmente sulla posizione del contribuente


L’associazione CODICI, offre il supporto e l’assistenza dei propri legali anche per problematiche fiscali: è possibile richiedere assistenza alla delegazione lombarda contattando i numeri 02.36503438 – 351.7979897 oppure scrivendo a codici.lombardia@codici.org.